lenin
DATA:30/03/2018
ORA:22:30
IN BREVE:Nella musica dei LENIN! ci sono gli anni ’90 che hanno stuprato il cervello del quindicenne Francesco quando i Nirvana fecero capolino in Italia. C’è la necessità di comunicare. Svariati riferimenti ai primi (primissimi) Tre allegri ragazzi morti, la voglia di cantare in italiano per poter dire in faccia quel che si pensa senza filtri.
LENIN! + LO STRANO FRUTTO 30/03/2018

LENIN! nasce all’inizio del 2015 come progetto solista di Francesco Conelli (già en roco). Francesco sta scrivendo un libro, la biografia di un certo Marko Lenin. Una commistione di fatti realmente accaduti e altri di fantasia che tracciano la parabola ascendente e poi discendente di un ragazzo/uomo nato nel 1977 e forse morto nel 2017. Si parla del punk, del rock alternativo, del pop, della musica degli anni ’60, dell’amore, del sesso, della droga, della solitudine e della tanta, troppa finzione che ci sta attorno. Le canzoni scritte da Francesco dovevano fungere da colonna sonora al libro. Una canzone per capitolo con lo scopo di conferire la dovuta enfasi ai vari contenuti della trama. Perché il possedere inclinazione al cinismo e al sarcasmo non coincide con il vivere al di sopra di tutto anzi, spesso vuol dire esserne (stati) travolti. La musica riesce al collocare in modo corretto le parole; o comunque ci guida al meglio verso le possibili interpretazioni degli eventi. Il 15 gennaio 2015 a Francesco (voce e chitarra) si uniscono Simone Mainardi (basso) e Lorenzo Santagada (batteria) per un concerto a sorpresa nel quale i LENIN! si formano ufficialmente e assumono la definizione di gruppo solista.

Nella musica dei LENIN! ci sono gli anni ’90 che hanno stuprato il cervello del quindicenne Francesco quando i Nirvana fecero capolino in Italia. C’è la necessità di comunicare. Svariati riferimenti ai primi (primissimi) Tre allegri ragazzi morti, la voglia di cantare in italiano per poter dire in faccia quel che si pensa senza filtri. Per mettere le cose in chiaro. Per dire tutta la verità, nient’altro che la verità. Perché l’indie come è adesso è irritante. O forse è più irritante vedere la fine che ha fatto. E serve una rivoluzione, di valori, soprattutto nella musica così come nella società.


Il Terzo Ponte è aperto dalle 19.30, ti aspettiamo per cena!

Potrai scegliere tra menu à la carte o un’ampia selezione di snack, golosità, stuzzichini.

PRENOTA IL TUO TAVOLO ALLO 0424 504042

INGRESSO GRATUITO CON TESSERA ARCI.

Pre-registrati online per trovare la tessera pronta all’ingresso!


[Terzo Ponte] [Circolo ARCI] [Pre-registrati per trovare la tessera pronta presso il locale]